Anna Wintour celebrata al Met

image

Da anni la discussa, amata e odiata, temuta e osannata direttrice di Vogue America è una sostenitrice attiva del Costume Institute del Metropolitan Museum New York. La Wintour ha raccolto dal 1995 a oggi ben 125 milioni di euro per il Met e ha fatto diventare il gala di apertura in primavera un vero red carpet, ambitissimo e sofisticato. “Anna, una benefattrice e un’amica – si legge nel comunicato del Met – ci ha aiutato a creare un luogo dove il Constume Institute potrà fare passi verso il futuro creando mostre di avanguardia che usano le ultime tecnologie nell’esposizione e la conservazione delle nostre collezioni di alta moda. Il suo interesse nella nostra missione ci ha permesso di raggiungere nuovi livelli di importanza.” Il Met è un luogo magico per la cultura, tutto quello che avviene al Met coniuga serietà e allure, spessore nei contenuti e bellezza nella forma. Anna Wintour ha contribuito a questa magia, e il Met la ripaga intitolando il Costume Institute a lei. Da ora si chiamerà Anna Wintour Costume Center. E Glit ne è felice. Chiediamo solo una cosa, facciamo un appello: Anna aiutaci, non dico tanto, non dico 125 milioni, basterebbero due dritte, così, giusto per metterci in carreggiata, almeno per partire, una volta tanto, col piede giusto.

Sono una storica dell'arte, studio i tessuti antichi, la storia della moda, del costume e del gusto. Insegno da 6 anni queste discipline. Seguo i giovani talenti che nascono, crescono e prendono il volo. GlitMagazine è il luogo dove tutte queste esperienze si uniscono nella mia vera passione, la scrittura.

Be first to comment