Coliac by Martina Grasselli

image

Materiali ricercati, attenzione maniacale al dettaglio, echi bahuaus e note decò sono l’anima pulsante dello stile Coliac.
Brand nato nel 2009 dalla giovane e sofisticata creatività di Martina Grasselli, discendente di una nobildonna di origine francese (la nonna materna) che le ha lasciato in dono una preziosa eredità: il gusto per il bello.
Ed il cognome, Coliac appunto, che Martina sceglie per dare identità al suo progetto, per conservarne la memoria.
Giovane designer poco più che trentenne, nasce e cresce a Reggio Emilia, dove studia Architettura ed Interior Design, per poi proseguire i suoi studi nella capitale della moda milanese, specializzandosi in Textile Design presso la Nuova Accademia di Belle Arti.
un soggiorno di studi parigini presso la prestigiosa Duperré Fashion School la avvicinano al gusto e all’eleganza della città dell’Haute Couture.
Nonostante la giovane età ha all’attivo collaborazioni con nomi molto prestigiosi del fashion system: Stella McCartney, Jean Paul Gaultier e Christian Louboutin.

image

image

Durante la scorsa Fashion Week milanese ha presentato la sua prima collezione di calzature. Derby e mocassini dettagliati e impreziositi da broche, pietre ed accessori metallici. Un prodotto ricercato ed eclettico, ironico e a tratti surreale.
Pellami ricercati e cura ai dettagli e alle lavorazioni.
Attualmente lavora presso l’Università di Venezia e Milano, dove nel 2006 ha co-fondato con Silvio Betterelli, il brand S.M.og, una collezione di complementi d’arredo.

image

image

image

Affascinata da sempre dall’arte, dalle geometrie di Malevich e dal costruttivismo russo, dai colori primari e dai lavori del Bauhaus.
Ama la ricerca e si vede dai risultati estetici che i suoi prodotti offrono.
Ama girare per mercatini vintage inseguendo nuovi input ed ispirazione.
I suoi pezzi sono immediatamente riconoscibili, hanno un’identità molto forte. Ottone, bachelite, smalti, plastica e specchio: questi i materiali principali per le sue sperimentazioni.

image

Anelli, bracciali e collane si compongono dell’alternanza di pieni e vuoti. Contaminazioni materiche inusuali danno vita ad un nuovo surrealismo, quello di Coliac.

La moda è la mia passione da sempre. Seguirla, mi ha portato a diventare una fashion designer. Mi occupo di immagine e stile ogni giorno, accompagnando giovani talenti a trovare la giusta strada per prendersi cura della propria creatività. GlitMagazine vuole dare voce a tutti loro.

Be first to comment