Brini vs Wait. Italy loves Japan

image

Mancano pochissimi giorni al via dell 85esima edizione di Pitti Immagine, che si svolgerà a Firenze dal 7 al 9 gennaio prossimi.
Oltre allo stuolo infinito di espositori internazionali che rendono il salone Pitti Immagine tra i più prestigiosi a livello mondiale, una serie di eventi collaterali interessantissimi e avant-gard gli faranno da cornice.
Primo fra tutti BRINI VS WAIT, un momento fresco e alternativo che sta sempre più assumendo l’aspetto di un vero e proprio fuori-salone.
Un macro evento che conterrà al suo interno una serie di altre iniziative e situazioni stimolanti per le quali il principale obiettivo sarà dare spazio e visibilità a brand emergenti, indipendenti e alternativi.
Eccone alcuni:
vv.Kidz a metà strada tra lo streetwear e il casual un po’ retrò, 100% Made in Tuscany. Una collezione sicuramente moderna che affonda le sue radici nel vintage e nell’hand-made. E intende farlo vedere.
La mente del progetto e titolare del brand è Augusto Titoni, giovane toscano amante dei sogni e dei ricordi di vita, che diventano protagonisti indiscussi delle sue creazioni. Tradizione e avanguardia. Il presente che non dimentica, anzi fa rivivere attraverso filtri contemporanei, il passato più vero.

image

image

LA SAINTS presenta invece un prodotto frutto della perfetta interpretazione dei trend più attuali, dove macro stampe fondono elementi sacri e profani. LA sta per Los Angeles, patria oltreoceano di santi e peccatori, un luogo in cui tutto sembra almeno apparentemente possibile. Tomas Lanza, il designer di punta del brand ci ha vissuto per qualche hanno, giusto il tempo per conoscerla, apprezzarla e trasformare la propria ablità grafica in uno specchio coerente e fresco del mondo dell’immagine losangelina.

image

image

HANDMADE FACTORY limited edition che esaltano e celebrano l’imperfezione del “fatto a mano”. Un brand nato dall’incontro di due modelle di Haute Couture, sempre in giro per il mondo nelle principali capitali mondiali della moda e dell’arte, e di una giovane esperta in produzione di abbigliamento.
Abiti come vere e proprie opere d’arte che mettono in evidenza l’unicità e gli aspetti imperfetti che rendono ogni prodotto assolutamente differente da tutti gli altri.
Immagini di momenti di vita vissuta trasformate grazie a speciali metodi di stampa.

image

DASSUYAMOROSO, brand indipendente nato dall’incontro tra due giovani creativi italiani, Stefano Dassù e Pasquale Amoroso. Un design di forte impatto, in cui protagonista è la ricerca: di forme, di volumi, di tagli e di tessuti. La tradizione viene coinvolta e sconvolta da interventi di contaminazione della materia: applicazioni, sovrapposizioni, spruzzi di cera.
Il tartan, tessuto protagonista di “The Leggenda” è sconvolto e al tempo stesso arricchito da interventi di pizzo che ne confondono lo schema ripetuto.
Moderne armature dalle geometrie decise, capi resi femminili ed ironici da interventi inusuali, da moderni colpi di scena.

image

Non solo moda ma anche tendenze e arte.
Tomoko Nagao, eccellente rappresentante della corrente artistica nipponica del “kawaii”, recupera nelle sue opere icone simbolo del consumismo moderno, loghi e forme che attraverso elaborazioni digitali vengono trasformate in super-complessi lavori coloratissimi con richiami costanti ai grandi classici della storia dell’arte mondiale.

image

image

Brini vs Wait
Fuorisalone Pitti Uomo
Firenze, 7-9 Gennaio 2014

La moda è la mia passione da sempre. Seguirla, mi ha portato a diventare una fashion designer. Mi occupo di immagine e stile ogni giorno, accompagnando giovani talenti a trovare la giusta strada per prendersi cura della propria creatività. GlitMagazine vuole dare voce a tutti loro.

Be first to comment