Milano Fashion Week P/E 2015 – Parte II

image

L’Arte è ancora una volta al centro dell’ispirazione creativa per Antonio Marras, che rende omaggio per la prossima Primavera Estate agli acquerelli astratti e “Bricolage” dell’artista italiana Carol Rama.
Arancio e turchese, bordeaux, bianco e nero si propongono come macchie di colore su abiti tunica e gonne multistrato.
Stampe romantiche e voluttuose, poetiche e cariche di entusiasmo.
L’energia e la poesia che da sempre caratterizzano le collezioni dello stilista sardo.

image

image

image

Romanticismo sofisticato ed un’allure poetica anche da Aquilano Rimondi che si ispirano ad Henri Matisse ed in particolare alle vetrate multicolori della Cappella di Santa Maria del Rosario di Vence, nel sud della Francia, progettata e decorata dallo stesso.
Organza e chiffon eterei ed impalpabili arricchiti da ricami leggeri di fiori e libellule.
Una collezione eterea e sofisticata in cui il colore interviene con equilibrio e carattere.

image

image

image

Minimalismo creativo e sperimentale per la passerella di Marni, in cui torna a farsi sentire un’ispirazione al Giappone e alle sue tradizioni.
Tocchi grafici costanti per silhouette nuove che sembrerebbero inaugurare un nuovo corso stilistico per la casa di moda italiana.
Asimmetrie inaspettate e volumi azzardati.
Canapa, lino e cotone grezzo fanno da tela intonsa a pennellate di colore in divenire.
Verde menta, giallo limone, argento e rosso intenso si fondono con energia nelle stampe astratte di fiori e tralci.

image

image

image

Photo on web

La moda è la mia passione da sempre. Seguirla, mi ha portato a diventare una fashion designer. Mi occupo di immagine e stile ogni giorno, accompagnando giovani talenti a trovare la giusta strada per prendersi cura della propria creatività. GlitMagazine vuole dare voce a tutti loro.

Be first to comment